Anche le persone che sembrano indistruttibili in realtà hanno le loro crepe.

Asciughi le lacrime trasparenti che rigano il tuo viso, e le mani ti tremano; nervosa e spaventata, pensi alla vita che hai rovinato con le tue stesse mani e che ora sei costretta a vivere.
Fingi un sorriso, fingi di ridere, ma dentro cadi a pezzi come un palazzo in rovina; tra quelle macerie ci sono così tanti tesori, ma nessuno mai l’ha notato. E’ che ci sono caduti così tanti detriti sopra che non si riesce a recuperarli se non si ha tanta forza di volontà, se non si ha voglia di sopportare i tuoi silenzi e le tue urla, i tuoi pianti isterici e i tuoi sbalzi d’umore.
Sei odio e amore, amaro e dolce, insensibilmente emotiva. E quelle tue lacrime trasparenti sono come oro, tanto rare quanto preziose.

Sei l’unico pezzo di vita che mai scorderò.

"Tu dici che ami la pioggia,
ma quando piove apri l’ombrello.
Tu dici che ami il sole,
ma quando splende cerchi l’ombra.
Tu dici che ami il vento,
ma quando tira chiudi la porta.
Per questo ho paura quando dici che mi ami.”
— William Shakespeare (via avevasolobisognodiamore)
"Ho conosciuto un ragazzo che non fa altro che ripetermi che quando prenderò una “batosta gigante” la smetterò di essere così acida e apatica. Secondo lui il giorno in cui guarderò negli occhi un ragazzo e mi perderò in quei due occhioni, per me cambierà tutto.
Ma, purtroppo, una cosa che lui non sa, è che io quei due occhioni li ho già incontrati, ci ho già urtato in quello sguardo così bello da farmi scordare di respirare. Quei due occhioni mi hanno fatto passare nottate a fissare il buio più totale, mi hanno fatto passare le nottate d’estate sulle panchine, mi hanno fatto smettere di mangiare. Che poi il giorno in cui quegli occhioni così belli hanno incontrato i miei c’è stato, c’è pure stato quel cazzo di sorriso. Ma è finito tutto finito in un sorriso. Tipo una mezza specie di addio senza nemmeno un ‘piacere’.
Vorrei dirgli che se io sono così acida e apatica è solo perché non ho più visto occhioni come quelli, capaci addirittura di farmi fermare tutto dentro di me. E forse è colpa mia.
Quindi vaffanculo, io la batosta l’ho già presa, e non ho intenzione di prenderla di nuovo. Non voglio più sentire quei pugni allo stomaco, quello schifo nella testa.”
— disastrochecammina (via disastrochecammina)
"La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo.
Non sono le parole, non sono il fiori, i regali.
E’ il tempo.
Perché quello non torna indietro,
e quello che ha dato a te è solo tuo,
non importa se è stata un’ora o una vita.”
David Grossman. (via sorrisoqualunque)
©